Carrello vuoto

IL SUBAPPALTO DOPO LA SENTENZA DEL 26 SETTEMBRE 2019 DELLA CORTE DI GIUSTIZIA: QUALI SCENARI?

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, a seguito della domanda di pronuncia pregiudiziale depositata proprio dal TAR Lombardia il 1° febbraio 2018, con la sentenza del 26 settembre 2019 (Causa C-63), ha dichiarato non compatibile con la direttiva 2014/24 la normativa italiana - art. 105, comma 2, del D.lgs. 50/2016 - che limita la possibilità di subappaltare le opere oggetto del contratto.

Mercoledì 4 dicembre 2019, dalle ore 14:00 alle ore 18:00, presso Assimpredil Ance (via San Maurilio 21, Milano), illustri relatori si confronteranno sull’impatto della pronuncia sul sistema degli appalti pubblici e sui relativi riflessi nei confronti degli operatori del settore.

La partecipazione all'evento, organizzato dall'AGATIF, è gratuita e dà diritto a 3 crediti formativi.

Informazioni circa le iscrizioni sono disponibili sul programma completo, disponibile QUI >>>